A Milano arriva il “Design Museum Compasso d’oro”: in mostra i pezzi celebri dell’arredo d’interni

A Milano arriva il "Design Museum Compasso d'oro"- IDI

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Un segnale di ripresa forte: l’inaugurazione di una galleria, avvenuta lo scorso 25 maggio a Milano, che raccoglie i pezzi più famosi dell’arredamento di design i vincitori del prestigioso Compasso d’oro.

Ѐ il Design Museum Compasso d’oro o ADI che ospita una permanente con i migliori pezzi del design italiano. L’inaugurazione è avvenuta con la presenza del sindaco della città meneghina Beppe Sala e del ministro della Cultura Dario Franceschini.

L’intera collezione storica del premio Compasso d’Oro, premio nato nel 1954 da un’idea di Gio Ponti per valorizzare la qualità del design made in Italy, ha trovato la sua collocazione naturale all’interno del neonato museo.

La gestione della struttura spetta alla Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro, istituita nel lontano 2001 da ADI – Associazione per il Disegno Industriale.

Quello esposto è un patrimonio culturale nazionale riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali come “di eccezionale interesse artistico e storico”.

Oltre alla Collezione Permanente gli spazi del museo ospiteranno mostre temporanee di approfondimento, incontri ed eventi culturali di vario genere.

Design Museum Compasso d’oro nasce dal recupero di un luogo storico degli anni ’30, che veniva utilizzato come deposito per i tram a cavallo ma anche come impianto per la distribuzione di energia elettrica. Con una superficie di oltre 5 mila metri quadri, il museo è stato ideato per dare dignità all’archeologia industriale, segno distintivo dell’immobile.

I suoi grandi spazi verranno destinati a esposizioni permanenti e non, ai servizi come caffè bookshop e luoghi per eventi. La collocazione della galleria è strategica, così come non è casuale la presenza in una zona riqualificata, la “Chinatown milanese”, diventata zona pedonale. Nelle vicinanze anche il polo culturale, con la Fabbrica del Vapore, lo spazio del Comune di Milano gestito dall’area giovani e Fondazione Feltrinelli.

 

 

Altri articoli

it_IT

La tua formazione?
È al sicuro.