Due blocchi di 7 piani, uniti da uno centrale di tre piani sul quale sarà realizzato un giardino terapeutico pensile, “il più grande del mondo”, sostiene l’ideatore, l’architetto Stefano Boeri: stiamo parlando dell’Ospedale Maggiore Policlinico, a Milano.Questo è il progetto per il nuovo Policlinico di Milano: l’ospedale da 22 mila metri quadrati sarà realizzato all’interno del perimetro dell’attuale struttura milanese, tra gli antichi padiglioni tutt’ora funzionanti.
Un edificio avveniristico, la cui costruzione dovrebbe essere conclusa entro il 2022 e che costerà in totale 266 milioni di euro.

policlinico ecologico milano idi 1

Il progetto ha vinto nel 2008 il Concorso Internazionale di Progettazione e Riqualificazione dell’area “Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena” di Milano: il nuovo Policlinico, che comprenderà anche la Mangiagalli, la clinica ginecologica più famosa d’Italia, avrà 900 posti letto, 21 sale operatorie, 11 sale parto di cui 3 attrezzate per il parto in acqua; e ancora due case del parto: mini-appartamenti, pensati per ricreare in ospedale l’esperienza del parto in casa, con tutta la sicurezza offerta da un’assistenza sanitaria d’eccellenza.
Oltre alla realizzazione del parco sopraelevato, che costituirà un polmone verde nel centro città, è prevista la costruzione di una galleria pedonale dove sorgeranno servizi e attività commerciali.

Il progetto dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Stefano Boeri

Il progetto proposto dall’architetto Boeri interviene nel delicato sistema esistente, costituito da un recinto e da numerosi padiglioni singoli, introducendo una diversa logica d’intervento, basata su tre principali caratteristiche.
Il nuovo complesso ospedaliero sarà un edificio integrato, in grado di mettere a sistema in primo luogo i due poli sanitari, ovvero il Polo Medico e il Polo Materno Infantile; l’intervento metterà quindi in comunicazione i propri servizi, sanitari e non, con i restanti padiglioni, generando uno spazio interconnesso di ultima generazione.

L’edificio del Polo Medico e quello del Polo Materno Infantile costituiranno il blocco centrale, connessi alla restante parte dei padiglioni interni al recinto, tramite un percorso situato all’altezza del secondo piano, accessibile sia ai pazienti che al personale ospedaliero e che connetterà i padiglioni Guardia, Granelli e Monteggia con la nuova struttura.
I due poli medici condivideranno, tra l’altro, un grande giardino che rivestirà la piattaforma dei servizi condivisi e coprirà la galleria che, a piano terra, distribuirà gli accessi agli ospedali, alle strutture di servizio e a quelle commerciali, oltre che le uscite dai parcheggi sotterranei.

Le nuove strutture ospedaliere stanno iniziando a riconsiderare le necessità dell’assistenza sanitaria attuale, disegnando nuovi spazi e strutture che potrebbero essere utilizzate dalle generazioni future. Il progetto è quindi organizzato come un albero, una costruzione continua, in grado di connettere di volta in volta i nuovi padiglioni con l’edificio esistente.

policlinico ecologico milano idiLa costruzione dell’Ospedale Maggiore Policlinico valorizzerà la valenza pubblica del recinto del Policlinico come sistema urbano attraversabile, caratterizzato da funzioni commerciali e di servizio, aumentando la permeabilità dello spazio pubblico esterno e ponendo una particolare attenzione alla continuità degli spazi verdi.
Il Giardino Alto infatti, concepito su modello della High-Line di New York, sarà il nuovo polmone verde di Milano: avrà spazi protetti per le attività dei bambini, laboratori di cura dell’orto per pazienti oncologici, aree dedicate alla pet therapy, allo yoga, al fitness per anziani e per le donne in gravidanza.

L’Ospedale Maggiore Policlinico sarà inoltre dotato di un ascensore dedicato, che permetterà l’accesso ai cittadini senza passare all’interno dell’Ospedale; un grande giardino colorato di musica, arte applicata e letture sarà animato dalle istituzioni milanesi vicine, come il Conservatorio, l’Umanitaria, la Biblioteca Sormani, il Museo dei Bambini: in poche parole sarà un grande cuore verde, pulsante nel centro di Milano.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale del progetto.

Se sei interessato ad acquisire le competenze professionali nel settore dell’urbanistica e del design di giardini e spazi aperti, scopri il master in garden design di Italian Design Institute.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish