Il Chelsea Flower Show è il più grande e importante festival dei fiori in Gran Bretagna: tra le fiere floreali più antiche e frequentate al mondo, il celebre flower show è organizzato annualmente dalla Royal Horticultural Society e ha luogo presso il Royal Hospital Chelsea di Londra, inserendosi fra le manifestazioni della stagione.

Chelsea Flower Show 2017: alla scoperta della più prestigiosa esposizione floreale in UK

L’idea di un’esposizione floreale a carattere nazionale nacque verso la metà del XIX secolo; il primo Royal Horticultural Society Great Spring Show si tenne infatti nel 1862 nei Kensington Gardens, dove rimase fino al 1888, quando la Royal Horticultural Society decise di spostarla nel cuore di Londra.
Fu per merito di Harry Veitch, eminente naturalista inglese, che l’esposizione, si spostò nel 1913 presso il Royal Hospital Chelsea, dove si tiene tuttora: nata inizialmente come ospedale, la struttura ospita oggi una casa di riposo per anziani soldati inglesi, poco distante dal centro di Londra.

Profumi e suggestioni al Festival dei fiori 2017

Il Chelsea Flower Show è una delle esposizioni di fiori e piante più importanti e visitate al mondo: si tratta di un festival completamente dedicato alla floricoltura, considerata sotto molteplici punti di vista. Si parte dall’esposizione di piante peculiari della tradizione britannica, per arrivare all’allestimento di preziosi giardini da parte dei garden designers più blasonati del Regno Unito. Le esibizioni a fini didattici fanno da corredo alla manifestazione, che si articola in diverse conferenze su argomenti specifici, selezionati di anno in anno da un team di esperti.

Durante il Chelsea Flower Show, oltre all’esposizione di decine di migliaia di esemplari vegetali, sono esposte opere d’arte come dipinti, fotografie, ma anche sculture e installazioni che ripercorrono la storia del giardinaggio britannico, trattando l’elemento green in chiave innovativa o, più semplicemente, rappresentandolo nella sua naturale freschezza.
Ma il Chelsea Flower Show è rinomato anche in virtù dei premi che assegna ogni anno, ciascuno associato a una precisa categoria, richiamando professionisti del settore da tutto il mondo.
Le 5 categorie sono:

  • Flora, che riguarda la composizione di giardini e delle esibizioni floreali;
  • Hogg, che raggruppa le esibizioni arboree;
  • Knightian, che premia le composizioni di vegetali ed erbe;
  • Lindley, per tutte le iniziative a carattere educativo o scientifico del settore;
  • Grenfell, che premia la produzione di quadri e fotografie raffiguranti composizioni floreali.

La manifestazione fa parte di una serie di eventi esclusivi della stagione estiva a cui sono invitate a partecipare le famiglie più in vista del Regno Unito, dal jet set cinematografico all’alta borghesia, senza dimenticare naturalmente la famiglia reale: nel 2013, in occasione del centenario del Chelsea Flower Show, per la prima volta un membro della Royal Family ha esposto un proprio giardino: all’inaugurazione della creazione del principe Harry erano presenti la regina Elisabetta, il principe Filippo di Edimburgo e il principe Carlo.

L’edizione 2017 del Chelsea Flower Show

Quest’anno la manifestazione si è tenuta dal 23 al 27 maggio, in un clima estivo e decisamente afoso per la capitale inglese; stupefacenti come di consueto, i giardini del Royal Hospital Chelsea si sono rivelati monumentali e complessi, alle volte fino a risultare incomprensibili ai più; tuttavia l’organizzazione che ruota intorno all’evento è stata semplicemente perfetta, una macchina ben oliata che da cent’anni regala al pubblico, ogni primavera, lo stupore genuino del risveglio della natura.

I giardini dell’edizione 2017 hanno evocato atmosfere terapeutiche, decisamente catartiche, senza indugiare in eccessivi virtuosismi tecnici; belle piante di ottima qualità, arricchita dall’inserimento di elementi architettonici e artistici, in un vorticare di colori e profumi. Ciascuno con il suo messaggio filosofico o metaforico, oppure un semplice memento di fatti e personaggi del passato, strettamente connessi alla caducità dell’essere umano e il perdurare della natura, dotata di una vitalità invincibile che si rinnova ad ogni stagione.

Per scoprire di più sull’edizione 2017 del festival: rhs.org.uk

Se sei appassionato di questo settore, scopri il Master in Garden Design e il Corso di Flower Design organizzati da Italian Design Institute.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca