Home staging ovvero mettere in scena la casa, facendo in modo che, proprio grazie a questa tecnica che unisce competenze di interior design a quelle di marketing, l’immobile appaia più appetibile per l’acquisto.
Una vera e propria disciplina, quella dell’Home Staging, nata negli Stati Uniti negli anni ‘80, e divenuta in Italia una nuova di tendenza: architetti, designer e agenti e immobiliari fanno ricorso proprio all’home staging per la propria attività professionale, soprattutto una disciplina in grado di affrontare nel modo ideale la crisi del mercato immobiliare sempre più incessante.

Ma quali sono i trucchi dell’home staging? Quali gli aspetti che un home stager professionista deve tenere in considerazione per arrivare all’obiettivo?
Bisogna sapere che a volte semplici lavori di ristrutturazione del bagno o il cambio della disposizione dei mobili in casa possono rivelarsi utilissimi e sufficienti a rendere un immobile più attraente agli occhi di un possibile acquirente.

I trucchi per un home staging perfetto.

​1. Spazio e Ordine.

Per rendere più accattivante un ambiente, la prima cosa da curare è l’aspetto dello stesso: l’immobile deve essere spazioso e ordinato. E questo vuol dire che gli ambienti non devono essere soffocati da troppi mobili e questi devono essere il più possibile lineari, minimal, semplici, diventando un dettaglio che sottolinea la luminosità. Meglio, inoltre, optare per mobili chiari e, per quanto riguarda i complementi di arredo, devono essere disposti in maniera ordinata e sobria. Vietato appesantire, insomma.

2. Il colore.

Il colore è davvero un’arma molto potente nell’home staging. L’utilizzo sapiente e calibrato delle varie tonalità e dei loro accostamenti riesce a dare la giusta profondità agli ambienti, modificare la percezione degli spazi, rendendoli più ampi, più luminosi, più accoglienti.

3. La luce.

Porte, finestre e balconi devono essere valorizzati, perchè la luce è uno dei fattori determinanti per la vendita di un immobile: quindi anche la scelta delle tende deve essere curata nel dettaglio, in quanto non si tratta di una mero vezzo decorativo, ma di un elemento in grado di sottolineare o annientare la luminosità di uno spazio.

4. Gli elementi tessili.

Sono questi a determinare se un ambiante è più o meno accogliente: il numero, il colore, la tipologia, lo stile sono elementi da considerare prima per un home stager.

Altri interventi utili.

  • Cambiare la disposizione la disposizione dei mobili o la decorazione di una casa
  • Cambiare pareti o muri (o ridipingerli) o il pavimento
  • Ristrutturare il bagno o la cucina
  • Migliorare la distribuzione e l’efficienza energetica
  • Installare i pannelli solari: le case con pannelli solari si vendono più velocemente
  • Realizzare un armadio a muro
  • Installare una pompa di calore, che consente un risparmio fino al 7% in più rispetto agli altri sistemi di riscaldamento

Vuoi diventare un home staging professionista e specializzarti in questo settore? Allora non perdere il corso in Home staging di Italian Design Institute con Mirna Casadei, guarda il programma e iscriviti subito.

Home Staging from Jax Real Estate Photography on Vimeo.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish