Forme, linguaggio, prototipo e apporto della matematica ai giochi. Sono solo parte degli strumenti base per entrare a fare parte del mondo del Toys Design, un settore dedicato agli appassionati dei giocattoli e a chi vuole lanciarsi nella progettazione di nuovi gingilli da regalare alle nuove e future generazioni. Ma come si diventa Toys Designer? L’unico modo efficace per poter trovare un impiego, è quello di affidarsi a un ente di formazione. Nel caso specifico, Italian Design Institute ha ideato un corso di Toys Design che, grazie all’ausilio della docente Irene Guerrieri, architetto e designer professionista, è in grado di completare la formazione degli allievi. Agli stessi vengono forniti tutti gli strumenti necessari e il know-how teorico e tecnico per poter dare vita a una vera e propria attività professionistica. La progettazione e la realizzazione dei giocattoli passa attraverso una serie di passaggi obbligatori e il rispetto degli standard qualitativi e di sicurezza proprio di ogni singolo Stato dell’Unione Europea. Successivamente alla fase d’aula, di 32 ore, è previsto un project work, un’esercitazione che dà la possibilità di mettere in pratica quanto appreso durante il corso. Per quanto riguarda gli sbocchi professionali che dà il corso di Toys Design, in linea di massima i candidati potranno trovare impiego nei reparti progettazione di aziende di settore, in qualità di liberi professionisti, in studi di design specializzati o anche come consulenti per le imprese. Il corso di specializzazione è rivolto a grafici, designer, architetti, illustratori e progettisti. Per avere maggiori informazioni, basta compilare il form online a questo link e attendere di essere ricontattati nel giro di pochi giorni lavorativi.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish