Menu

Take Off Day 2019: l’appuntamento, a Modena, il 4 maggio.

take off day 2019 italian design institute

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Tutto pronto per la kermesse dedicata agli allievi del master in Car Design di Italian Design Institute.

Si rinnova l’appuntamento con il Take Off Day, l’evento dedicato ai giovani aspiranti car designer, allievi del master organizzato dall’ente di formazione Italian Design Institute.
Giunto alla sua quarta edizione, la kermesse avrà, anche quest’anno, come prestigiosa location, il Museo Enzo Ferrari di Modena, in una sorta di momento conclusivo del percorso formativo, frequentato presso il Museo dell’automobile di Torino.

Sarà questa, inoltre, l’occasione, per i car designer in erba, di presentare i progetti a cui hanno potuto lavorare durante l’esclusivo master in Car Design di IDI.
Il tema assegnato ai ragazzi, suddivisi in 4 gruppi, ha come oggetto la Ferrari Berlinetta, una tipologia di auto sportiva che non conosce crisi, basti pensare agli esempi di Jaguar, Mercedes, Aston Martin, e ovviamente Ferrari.
Modelli come la 250 SWB o la 250 GTO sono diventati leggendari e, in tempi più recenti, la Ferrari ha realizzato esempi come la F 550 Maranello, la F12 Berlinetta e, ultima in ordine di tempo, la F 812 Superfast.

take off day 2019 italian design institute

Il compito degli allievi è stato, guidati dai docenti e car designer di spicco Maurizio Corbi per la parte stilistica e Marco Amadio per la parte legata alla modellazione tridimensionale, quello di realizzare una futura generazione di questa tipologia di auto.

Rivolgendo un occhio al passato ma pensando sicuramente al prossimo futuro, si sono cimentati in un lavoro moderno, originale e innovativo, cercando di evitare assonanze troppo vicine alla Superfast. Un Compito non facile ma sicuramente molto stimolante. In questo, sono stati supportati dalle conoscenze tecniche e dalle competenze acquisite durante il master e dall’aiuto del modello 3D della Ferrari F12 Berlinetta.

Presenti al Take Off Day 2019, che avrà inizio alle ore 15 e terminerà alle 18 di sabato 4 maggio, oltre agli allievi del corso, ci saranno i docenti, i genitori, la project Manager di Italian Design Institute dott.ssa Tania Sette e, ospite d’eccezione, il clay modeller Mauro Savarino.

Il master di IDI in Car Design.

Si tratta di un corso esclusivo che si propone di fornire agli allievi tutti gli strumenti necessari a creare un progetto automotive completo, a partire dal concept fino al rendering 3D e alla realizzazione di modelli in scala.
I partecipanti si specializzano nella progettazione di auto, nel design di carrozzerie, scocche, complementi, fanaleria, accessori interni ed elementi di rifinitura dell’automobile, acquisendo competenze specifiche, in grado di dialogare con attori diversi e di muoversi al di fuori delle logiche classiche del mercato, richiedendo skills tecnologiche e produttive, oltre a competenze base di project management.

I docenti del Master.

Maurizio Corbi è un designer esperto del settore e, da oltre 30 anni è legato alla realtà di Pininfarina. Collabora alla progettazione di world-class cars come la Ferrari 550 Maranello, Ferrari F50 e Ferrari California. Negli ultimi anni, ha iniziato a dare maggiore attenzione alle auto classiche, illustrandole con l’utilizzo di una tecnica iperrealista ed è oggi docente nell’ambito del design automobilistico.

Marco Amadio è consulente e progettista per industrie del settore Trasportation e Automotive. Conosciuto quale esperto di realizzazione in modelli 3D, ha dedicato anni alla costruzione di stampi in materiali termoindurenti. Tra i premi ricevuti, il Barca 2009-2010 e una serie di riconoscimenti nell’ambito del Naval Design, con il progetto Verve 36, realizzato per il gruppo Azimut Benetti, e il premio Barca 2010.

Altri articoli

master-interior-design-milano-roma
Novità

Master in Interior Design a Milano e Roma

Roma e Milano ovvero due delle città più importanti e dinamiche in Italia e nel mondo sotto l’aspetto artistico, culturale e del business. In questi

foresta-nello-stadio-idi-1
Novità

Lo stadio si trasforma in foresta

La partita da giocare, questa volta, è un’altra: è quella con l’ambiente, che ha bisogno, ora più che mai, di messaggi forti, che urlino tutta

it_IT
en_GB it_IT