Si è svolto lo scorso 20 gennaio, a Modena, al Museo Ferrari, il Take off Day 2018, ovvero l’appuntamento finale che ogni anno corona il Master in Car Design di Italian Design Institute.Il Take off Day rappresenta una importante occasione per i corsisti di IDI che, dopo la fase d’aula, presentano nel corso dell’evento, il progetto al quale hanno avuto modo di lavorare. Una location d’eccezione per un master di alto livello, la cui fase d’aula si è svolta presso il prestigioso Museo dell’Automobile di Torino.

Il tema del Project Work di quest’anno.

Tema centrale del project work, che ha visto impegnati i giovani aspiranti designer, è stata la Ferrari Berlinetta. Le Berlinette sono una tipologia di auto sportive che non conosce crisi, basti pensare agli storici modelli, divenuti iconici per il settore dell’automotive, quali Jaguar, Mercedes, Aston Martin, per citarne alcune. Modelli come la 250 SWB o la 250 GTO sono diventati leggendari e in tempi più recenti la Ferrari ha realizzato modelli come la F 550 Maranello, la F12 Berlinetta e ultima in ordine di tempo la F 812 Superfast. Gli allievi del master in car design di IDI hanno avuto il compito di realizzare una futura generazione di questa tipologia di auto, studiando il passato ma con uno sguardo al futuro, immaginando la Berlinetta della prossima generazione. Compito non semplice ma sicuramente molto stimolante per i 3 team di progettisti. Con l’aiuto del modello 3D, i corsisti hanno dimensionato il progetto per restare il più aderenti possibile all’incarico assegnato. Il Transportation Designer Marco Amadio e il Senior Designer per Pininfarina Maurizio Corbi hanno guidato i ragazzi rispettivamente per quanto riguarda la parte legata alla modellazione e allo stile.

Team 1.

Il Team 1 presenta “Idrocorsa M”. Idrocorsa erano denominati gli idrovolanti che concorrevano alla Coppa Schneider, “M” in onore del grande regista di animazione Hayao Miyazaki. Al motore termico centrale anteriore è accoppiato all’interno dell’asse posteriore un propulsore elettrico che consente di proiettareun veicolo con lo schema più classico possibile in un futuro prossimo caratterizzato da motrici ibride ed elettriche. Il progetto del Team 1 è stato considerato il progetto maggiormente in linea con quanto richiesto.

Team 2.

Il progetto trae ispirazione non solo dalle classiche berlinette a motore anteriore della Ferrari ma anche dalle sportive a motore centrale. La vettura è una due posti ibrida, estremamente bassa e aerodinamica, caratterizzata da parafanghi sospesi sopra un unico volume centrale, alleggerito da un’ampia vetratura che va dal cofano al lunotto e che lascia il V12 anteriore a vista. Di questa macchina è stato realizzato anche un modello in scala 1:10 mediante stampa 3D in filamento PLA.

Team 3.

“Ferrari Jano” presenta caratteristiche aggressive, non perdendo al tempo stesso la sua eleganza. Basata su caratteristiche “berlinetta” con dettagli che richiamano altri stili, la portano a considerarsi un primo concept di Ferrari ” Cross-Over”. Il gruppo ha realizzato un ologramma 3d.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish