Bag Design: un viaggio all’interno della migliore amica di ogni donna

La storia della borsa è un racconto di sapienza manuale, cultura della bellezza, precisione artigiana e selezione dei materiali; ma soprattutto è una storia che parla di stile. Ecco gli ingredienti essenziali per realizzare quella che a molti può sembrare un banale accessorio, ma che grazie alla manualità e all’arte della pelletteria tradizionale diventa un vero e proprio oggetto d’arte.

La borsa è oggi un’icona inamovibile nel mondo della moda: l’accessorio di cui nessuna donna può fare a meno, che nel corso degli ultimi cinquant’anni ha assunto un ruolo di vero e proprio status symbol, segno di stile che riflette la personalità di una donna e l’immagine di sé che vuole mostrare al mondo.

Storia della borsa: la regina degli accessori

Il termine borsa venne coniato agli inizi del XX secolo e venne utilizzato per indicare le borse in pelle per gli uomini; furono gli anni Venti del Novecento che videro la nascita della borsa moderna per la donna, un periodo in cui si modificò anche il mondo dell’abbigliamento femminile, abiti più aderenti e leggeri, non predisposti alla presenza delle tasche. Le borse accrebbero la loro importanza come accessori di moda, fino al 1950 anno in cui gli stilisti diedero il nome agli articoli precursori del bag design moderno, alcune delle quali sono tutt’oggi i modelli classici più ricercati come la borsa Hermes Kelly, dal nome di Grace Kelly che prediligeva tanto questo modello della maison francese.

Come nasce una borsa d’alta moda

I maestri artigiani che hanno fatto la storia della borsa custodiscono ancora oggi i segreti della lavorazione delle pelli, impegnati a preservare e tramandare un sapere antico e prezioso: molti di questi si occupano da decenni della preparazione e del taglio delle pelli e con i loro occhi attenti e anche qualche attrezzo, scovano irregolarità di spessore, un lieve segno o quell’ombra di colore che ai meno preparati sfuggirebbe.
Prima del taglio c’è la progettazione che parte dallo schizzo da cui viene creata una sagoma di cartone; dopo l’approvazione della forma si realizza il cartamodello; infine in laboratorio, si tagliano le pelli, rigorosamente a mano e con attrezzi simili al bisturi. Una serie di passaggi rifiniscono poi i bordi che vengono incollati e rinforzati con filo di seta, il tutto viene verniciato e smerigliato, con dischi di carta vetrata che compiono il miracolo di rendere lucide e lisce le coste. Ultimi ritocchi ed ecco l’aggiunta delle parti metalliche, chiusure, lucchetti e fibbie.

La nascita di un mito: la borsa Chanel 2.55

Chanel 2.55

La Chanel 2.55 è una creazione della stilista francese Coco Chanel, il cui nome deriva dal mese e all’anno della sua creazione, ovvero il febbraio del 1955.
Nel 1955 Coco Chanel si pose l’obiettivo di inventare un nuovo tipo di borsetta, che rispondesse alle esigenze della donna moderna, attiva e dinamica: doveva essere un accessorio elegante ma allo stesso tempo pratico e funzionale rispetto alle scomode pochette a mano che prima di allora le donne erano obbligate ad indossare nelle occasioni formali e che impegnavano le mani. Fu così che su di una borsetta matelassé (la classica impuntura a rombi di Chanel) aggiunse una pratica catena regolabile, che permetteva alle donne di indossarla a spalla o a tracolla. I primissimi modelli furono fabbricati in jersey, lo stesso tessuto usato da mademoiselle per la creazione dei suoi tailleurs.
Nel 1983, dodici anni dopo la morte di Coco, Karl Lagerfeld divenne il direttore creativo della maison Chanel e volle compiere un restyling della 2.55, aggiungendo una lunga e sottile strisciolina di pelle tra gli anelli della catena che componevano la tracolla, cambiando inoltre il mademoiselle lock rettangolare con il double C lock ovvero la chiusura a doppia C, il logo distintivo della maison. La Chanel 2.55 racchiude in sé un po’ della storia della stilista che l’ha inventata, progettata e realizzata, un piccolo capolavoro della pelletteria e dello stile francese, amata ancora oggi dalle donne di tutto il mondo.

Vuoi studiare la storia della borsa e diventare un bag designer? Scopri il Master in Bag Design di Italian Design Institute.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca