Immaginare, progettare e realizzare una scarpa di qualità è un procedimento complesso, che richiede competenze tecniche specifiche: lo shoes design è un settore che coniuga l’arte e la sapienza artigianale con la tecnologia e l’innovazione, per dar vita a creazioni al passo con i tempi.
Lo shoes designer è prima di tutto un fashion designer, un progettista capace di ideare e sviluppare collezioni di moda e d’abbigliamento, ma soprattutto di accessori, dando spazio alla propria creatività e costruendo un proprio racconto personale attraverso le sue creazioni. Un professionista che comprende e utilizza linguaggi e suggestioni non strettamente legati al mondo della moda, sommandoli ai codici tradizionali del fashion system per tracciare un percorso articolato, in linea con le tendenze del momento.
Le competenze tecniche, stilistiche e creative disegnano infine una figura professionale in grado di interagire efficacemente con le altre professionalità attive nel settore, seguendo ogni fase della creazione di una collezione in maniera trasversale: dalla ricerca delle tendenze alla progettazione, dalla realizzazione tecnica alla comunicazione del prodotto fino allo sviluppo delle collezioni.

Principali modelli di calzature

Il modello di una scarpa è determinato in base alle caratteristiche e al metodo con cui viene confezionato. Alcuni modelli di calzature sono considerati classici perché diventati famosi e d’uso comune nel corso degli anni. Vi sono circa una dozzina di modelli classici da uomo e altrettanti da donna, dai quali vengono ricavate molte varianti, soprattutto nell’elaborazione della tomaia, dove la creatività del designer può spaziare all’infinito.
Un aspetto distintivo dei modelli classici è rappresentato dal metodo di chiusura: se ne possono distinguere due principali, la scarpa allacciata, con stringa o con bottoni, e la scarpa mocassino o con fibbia.
I diversi modelli si distinguono poi nella conformazione della tomaia, che può variare nella foggia e nel numero dei pezzi: le infinite varianti possibili sui modelli di base sono dettate dalla creatività e dalla moda, consentendo di realizzare modelli sempre nuovi, arricchiti di accessori e che utilizzano materiali, colori, forme e strutture differenti.

Realizzare una scarpa

La realizzazione di una buona scarpa, dopo la concretizzazione dell’idea in disegno, prevede per prima cosa la scelta della forma, che viene sviluppata da tecnici esperti in stretta collaborazione con il designer, al fine di armonizzare le esigenze geometriche, anatomiche e funzionali, con quelle che riguardano la linea, la moda e la fantasia creativa dello stilista.
Le caratteristiche imprescindibili per una calzatura di successo riguardano prima di tutto la tomaia, che dovrà essere valida esteticamente e rispettare le tendenze della moda o dell’immagine aziendale; la calzatura dovrà inoltre avere un fondo adatto, in armonia con la linea e le caratteristiche del modello della tomaia e facilmente riproducibile in serie.

La décolleté è probabilmente il modello di calzatura femminile più amato e di successo; sempre di moda, è paragonabile ad un abito elegante per i propri piedi, di forma essenziale e sobria, pratica e raffinata, distinta e classica.
Nata all’inizio del XVI secolo, come una sorta di pantofola piatta e sottile in dotazione ai soldati di fanteria, solo verso la metà del XVII secolo venne indossata dalle donne europee, ma senza tacchi, come calzatura da passeggio; dopo la definitiva consacrazione al femminile, a partire dagli anni ’50 del Novecento, il modello décolleté diviene il simbolo della sensualità femminile delle star di Hollywood e delle donne del jet set internazionale.

Novità dell’estate 2017: le sneaker di Sarah Jessica Parker

Sempre di corsa su tacchi altissimi, si aggirava per le strade di New York City nelle sue stupende Manolo Blahnik: Sarah Jessica Parker, la famosissima Carrie Bradshaw di Sex and the City, ha fatto sognare intere generazioni di donne e ancora oggi continua a stupirci.
Dopo anni di décolleté e sandali, l’attrice e designer della sua personale linea di calzature ha infatti disegnato la sua prima sneaker: il suo nome è Meteor ed è stata lanciata giusto in tempo per l’estate: propriamente si tratta di un sandalo basso estremamente scintillante e sorprendentemente comodo, più che una sneaker nel senso comune del termine.
Ideale sia per il giorno che per la sera, ispirata da una delle classiche silhouette del brand SJP Collection, Meteor è casual e cool al tempo stesso, oltre che estremamente confortevole.
Immaginiamo che ben presto sarà ai piedi di tutte le shoes addicted…

Hai sempre desiderato diventare uno shoes designer? Scopri il Master in Shoes Design organizzato da IDI con sede a Firenze.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish