Se sei un appassionato di packaging design e desideri trasformare la tua passione in lavoro, scopri il nostro Master: Clicca qui.
Uno degli aspetti più importanti di un prodotto è il suo packaging design, perché da esso dipende la prima impressione del cliente. Tanto lavoro e grandi strategia ci sono dietro la realizzazione di una confezione. Vediamo quali sono le 10 regole del Packaging design:
  1. Informare: uno degli obiettivi del packaging deve essere quello di fornire informazioni per il riconoscimento del prodotto e le modalità di utilizzo. In alcuni casi, come per i prodotti tecnologici, quest’ultimo aspetto è fondamentale.
  2. Attrarre: per rimanere nella mente del consumatore, il packaging deve ovviamente essere attraente. L’occhio del consumatore deve essere subito catturato dal design e dalla particolarità della sua confezione.
  3. Sorprendere: un packaging sorprendente dura aldilà del consumo del prodotto, creando una relazione duratura con i clienti. Alcune aziende hanno realizzato confezioni da collezioni, come Uniqlo, Nutella, Coca-Cola e Pepsi, spesso anche in occasione di grandi eventi sportivi. Packagin innovativi, funzionali e da una fote identità.
  4. Esprimere l’identità di chi compra: per poter attrarre e sorprendere un packaging deve rispecchiare inevitabilmente l’identità dell’acquirente. Lo studio parte dall’individuazione del target di riferimento al quale l’azienda vuole commercializzare il prodotto.
  5. Brand awareness: è questa una delle funzioni principale del packaging design. Creare una confezione che rende il prodotto immediatamente riconoscibile dai consumatori. Anche adattandosi ai tempi, alle tendenze e al target, ogni azienda deve ritenere prioritario questo obiettivo. Negli anni, Coca-Cola, ad esempio, ha creato un proprio Packaging-icona con la sua bottiglia in vetro ondulata.
  6. Proteggere il prodotto e valorizzarlo: Heinz, azienda produttrice di ketchup, modificò la bottiglietta di vetro che creava problemi al consumatore realizzando un pack capovolto che risolveva il problema riscontrato. Stessa strategia adottata dalla Motta con la “Coppa del Nonno”: protezione e valorizzazione del prodotto.
  7. Distinguersi: Il packaging deve permettere una distinzione netta dai competitor, specie quelli presenti da più tempo sul mercato. Ma anche da chi arriva dopo e cerca di imitare.
  8. Facilità di trasporto: packaging maneggevoli, ergonomici e facili da trasportare rendono migliori l’esperienze dei consumatori. Apple e Coca-Cola sono maestri in questo.
  9. Utilizzo agevole: uno degli aspetti fondamentali di un packaging è la funzionalità. Agevolare il suo uso, andare incontro alle esigenze dei consumatori permette di creare un rapporto di fiducia con loro. Esempi importanti sono le confezioni di Nutella e Pringles.
  10. Sostenibile: aspetto molto importante è la sostenibilità del packaging.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish