Menu

Nuova A6 presentata al Salone di Ginevra

nuova a6 italian design institute

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Al Salone di Ginevra è stata presentata la nuova A6 che mira a diventare  l’auto più moderna e sportiva del settore. Un modello berlina per la nuova Audi, più slanciato e sportivo, tanto da essere disponibile con motori fino a 340 cv di potenza.

Una vettura che segue il corso stilistico dell’A8 e dell’A7 Sportback adattato alle dimensioni inferiori della nuova berlina. Rispetto alla A6 precedente, ha un pianale più grande di 7 mm in lunghezza, 14 mm in larghezza, 2 mm in altezza e 13 mm di passo, la linea della carrozzeria e dei fari è più spigolosa e richiama quella dell’A8.

Per rafforzare l’immagine sportiva della nuova A6 è stato ridotto lo sbalzo anteriore della carrozzeria, per renderla più slanciata, e il Cx è sceso al valore di 0,24 per aumentare il suo carattere aerodinamico. La linea di cintura risulta più alta rispetto al modello precedente e l’abitacolo spiove maggiormente all’indietro per slanciare di più la forma di berlina. Anche le dimensioni delle ruote sono state modificate (aumentate), con cerchi che vanno da un diametro minimo di 17” sino a 21”.

Per quanto riguarda gli interni, l’introduzione dell’MMI Touch Responce la rende totalmente personalizzabile, come l’A8 e l’A7, con ben 400 parametri memorizzabili fino a un massimo di 7 utenti diversi. Il sistema di bordo può essere gestito dal doppio touchscreen a centro plancia: uno, quello superiore, da 10,1″ che controlla infotainment e le principali funzioni di bordo, il secondo, quello inferiore, da 8,6″ con cui gestire la climatizzazione e l’immissione di indirizzi e contatti. I due screen sono compatibili con lo smartphone. A questi due schermi, si aggiunge lo schermo della strumentazione, da 12,3 pollici, abbinato all’head-up display e che contiene tachimetro e indicazioni Gps sul parabrezza.

Questi strumenti hanno permesso di ridurre la presenza di tast e comandi fisici.

nuova a6 italian design institute 1

Le novità tecnologiche della nuova A6 non sono però terminate: il sistema Connect Key permette l’utilizzo della vettura con uno smartphone Android (al posto della chiave) offrendo anche la possibilità ad altri 5 utenti di accedere al veicolo. L’impianto MMI Navigation, nella versione Plus, introduce funzionalità come l’autoapprendimento dei percorsi più frequenti dell’utente e l’utilizzo delle mappe online Here. Tra gli optional sono presenti anche i pacchetti connettività, con il collegamento LTE e i servizi Car-to-X, che in futuro implementeranno la funzione di ricerca dei parcheggi.

Rispetto al modello precedente, inoltre, sono aumentati i dispositivi di assistenza alla guida: in base agli allestimenti, infatti, il sistema zFAS dispone fino a 5 radar, 5 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser per offrire servizi quali Parking Pilot, Garage Pilot (disponibile in futuro per guidare l’auto in remoto con l’App myAudi), Crossing Assist, Adaptive Cruise Assist ed Efficiency Assist.

La nuova Audi A6 propone solo versioni con motori a 4 e 6 cilindiri. Il V6 turbobenzina di 3 litri ha una potenza di 340 CV E 500 Nm di coppia, mentre il 3.0 TDI da 286 CV e 620 Nm è affiancato da un cambio automatico a 8 marce con convertitore di coppia. I modelli a 6 cilindri hanno le quattro ruote motrici.

Ulteriore novità in questa nuova A6, è la presenza delle ruote sterzanti posteriori che operano fino a 5° e migliorano la stabilità ad alta velocità.

La nuova A6 sarà disponibile in 5 allestimenti (base, Sport, Design, Design selection e Sline) e sarà lanciata sul mercato tedesco a giugno 2018.

Foto: Audi

Vuoi diventare Car Designer? Scopri il Master in Car Design di Italian Design Institute.

Altri articoli

master-interior-design-milano-roma
Novità

Master in Interior Design a Milano e Roma

Roma e Milano ovvero due delle città più importanti e dinamiche in Italia e nel mondo sotto l’aspetto artistico, culturale e del business. In questi

foresta-nello-stadio-idi-1
Novità

Lo stadio si trasforma in foresta

La partita da giocare, questa volta, è un’altra: è quella con l’ambiente, che ha bisogno, ora più che mai, di messaggi forti, che urlino tutta

it_IT
en_GB it_IT