Il Visual Merchandiser (o V.M.) è un professionista che si occupa di comunicazione attraverso l’elemento visivo. È cioè colui che trasforma l’esposizione di una vetrina o di un angolo di un negozio o di qualsiasi altra attività in uno strumento di vendita, occupandosi di ideare e realizzare l’allestimento giusto che dia valore al negozio e ai suoi prodotti.

Le doti di un visual merchandiser

La risposta a chi si chiede quali sono le skill di un visual merchandiser sta in un elenco di caratteristiche ben precise e che si apprendono con la giusta formazione:

  • creatività
  • senso estetico
  • conoscenza delle tendenze
  • doti comunicative
  • conoscenza delle strategie commerciali
  • manualità
  • problem solving

Diventare visual Merchandiser

La formazione

Non si deve pensare che il visual merchandiser sia soltanto un creativo. Certo la creratività è un elemento importante di questa professione e chi la possiede innata ha certamente una buona base da cui partire, ma non basta. Per svolgere questo ruolo importantissimo per aziende e attività commercviali è necessario avere una formazione tecnica. Il corso per visual merchandiser organizzato da IDI è stato pensato proprio per fornire ai corsisti la migliore preparazione tecnica e pratica, al fine di trasferire competenze per le quali non ci si può improvvisare. Il programma scelto e i docenti selezionati permettono infatti di avere una delle migliori preparazioni in ambito di visual merchandising.

Diventare visual Merchandiser

Le materie da studiare ed approfondire per diventare visual merchandiser

  • il Visual Merchandising
  • La comunicazione visiva
  • La psicologia del colore
  • Il punto vendita
  • La vetrina
  • Display punto vendita
  • L’esperienza emozionale nel punto vendita

Diventare visual Merchandiser

Tutti questi argomenti vengono sviscerati nel dettaglio nel corso di visual merchandising di Italian Design Institute, che rappresenta oggi un importante punto di riferimento nella formazione nel settore.

Il fashion retail, un mondo in crescita

Quello del fashion retail è oggi un settore che non conosce crisi, anzi i dati dimostrano che sia sempre in crescita. Offre plurime possibilità di inserimento lavorativo e di avanzamanto professionale e rappresenta un mondo accattivante, stimolante, in cui bellezza, creatività e senso estetico possono esprimersi al meglio.

Diventare visual Merchandiser

Milano, la capitale del fashion retail

Milano è senza dubbio la capitale del fashion retail, una città cosmopolita che detta lo stile italiano nel mondo e che offre tante opportunità di apprendimento e di crescita per i Visual Merchandiser. Per questo motivo, IDI ha pensato di portare in questa città i suoi corsi, permettendo ai suoi allievi di toccare con mano e vivere le atmosfere di un mondo che qui trova la sua massima espressione. Alla parte meramente teorica, infatti, si affianca una importantissima fase pratica che darà l’opportunità di conoscere i lavori di grandi professionisti del settore.

Il visual merchandising come esperienza

Lungi dall’essere oggi semplicemente una questione di allestimento, i progetti degli spazi espositivi seguono una preziosa tendenza che è quella legata ad un concept ben preciso, che nasce dall’intento di offrire al fruitore un’esperienza. Massimizzare la redditività di uno spazio rendendo chi lo guarda protagonista e partecipe dello stesso, in una sorta di interattività tra spazio e fruitore dello stesso.
L’acquisto sta sempre più orientandosi verso una sorta di esperienza sensoriale, che coinvolge cioè i sensi tutti e non soltanto più la vista come si faceva un tempo.
La strategia comunicativa quindi amplia le sue possibilità di applicazioni e sperimentazioni, attraverso stimoli nuovi, che il visual merchandiser deve imparare ad interpretare, armonizzare e raccontare.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca