Giuseppe Gallo, 43 anni, il pallino per il design di riciclo l’ha sempre avuto. Sì, perché Giuseppe trasforma tutto quello che gli capita sotto mano in oggetti di design e d’arredamento.
Quello dell’ecodesign è un settore sempre più in crescita, complice la diffusione di un messaggio culturale legato al recupero e all’attenzione all’ambiente: il risultato di un processo integrato tra design, creatività, risparmio energetico e progettazione dei piccoli oggetti di utilizzo quotidiano.
Un passato e una formazione, quelli di Giuseppe Gallo, in una delle aziende più conosciute in Italia per i divani, la Natuzzi, e un’esperienza di 3 anni come direttore di un’azienda in Romania specializzata nella produzione di salotti.
La sua passione per il riciclo nasce da una profonda riflessione sull’essenzialità e sulla versatilità degli oggetti, che per Giuseppe sono scrigni di funzionalità incredibili, spesso lontane dal loro punto di partenza. Se a questo si aggiunge una forte dose di creatività e una fervente immaginazione, il quadro è completo. Colori vivaci, forme armoniose, bizzarri accostamenti sempre ben calibrati: è l’arte del design di riciclo di Giuseppe Gallo, oggi chiamato a realizzare i suoi lavori per gli interni di diversi locali.
Ruote che diventano sedute, come anche bidoni che si trasformano in tavolini e poi ancora librerie ricavate da materiali di risulta – giusto per citare alcuni dei suoi lavori. Il risultato è presto detto: un’armonia di colori e forme, oggetti che prendono di nuovo vita in nuove forme, con brio giocoso e freschezza.
Perché per Giuseppe Gallo il design da riciclo è un vero e proprio gioco che nasce da diverse necessità: trasformazione, cambiamento, adattamento, multifunzionalità. Ed ecco che prendono vita le sue opere, portando impressa nel loro stesso stile una filosofia e un approccio ben precisi: niente è rifiuto, tutto può tornare ad avere una possibilità di utilizzo.
Nel frattempo l’autore aspira a creare un proprio brand di ecodesign col quale firmare l’arredamento dei locali in ogni parte del mondo: possiamo solo fargli il nostro in bocca al lupo!

Foto in copertina da: Il Blog dell’ambiente

  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign
  • Giuseppe Gallo Ecodesign

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish