Creatività, curiosità, passione per l’arredamento e la decorazione, forte propensione alla comunicazione, all’espressione del proprio estro. Sono queste le qualità che servono per diventare un interior designer, ma non solo.

La formazione, tecnica e didattica

Tutto parte dalla formazione, perché possedere le basi e la tecnica rappresenta il primo step per una futura carriera da professionisti. È necessario, quindi, scegliere il corso di formazione giusto, con programmi sempre aggiornati e focalizzati sulle nuove tecniche, gli strumenti più aggiornati e le ultime tendenze, con docenti che abbiano alle spalle una comprovata esperienza sul campo e sappiano stimolare e tirar fuori “maieuticamente” dagli allievi le buone idee, il genio, la parte creativa. Le materie di un settore tecnico come quello dell’interior design devono essere il più possibile precise e i programmi strutturati in modo tale da garantire un apprendimento che fornisca reali competenze all’allievo. Ecco alcuni degli argomenti che è necessario studiare per diventare interior designer:

  • Progettazione degli spazi e fasi di un progetto
  • Arredamento degli ambienti
  • Stile degli impianti
  • Rilevazioni tecniche
  • Normative vigenti
  • Materiali e complementi d’arredo
  • Pavimenti e rivestimenti
  • Intonaci e tinteggiature
  • Bioarchitettura e Illuminotecnica
  • Software di progettazione (es.: Archicad, 3D Studio Max, Rhinoceros)

Diventare Interior Designer

Il metodo

Il metodo di studio deve essere improntato al learning by doing. Non solo lezioni teoriche: per diventare interior designer bisogna sapersi subito calare nella realtà tecnico – pratica di un settore che richiede applicazione, impegno e voglia di fare.

Entusiasmo ed espressività

L’entusiasmo deve accompagnare ad ogni passi la creatività, perché le idee possano trovare spazio e terreno fertile per la loro espressione. Non si dimentichi, infatti, che questa è una professione fortemente legata all’estro, alla fantasia e all’immaginazione di chi la svolge. Una professione che abbraccia diversi ambiti, dato che l’interior designer non si occupa soltanto di arredamento o decorazione di interni privati. Molto spesso opera nel settore pubblico, in cui la creatività e la personalità devono armonizzarsi e sposarsi perfettamente con progetti rigorosi e che hanno limiti ben precisi prefissati. La bravura del designer sarà proprio quella di calibrare all’interno del contesto le proprie conoscenze tecniche e il proprio estro creativo.

Esperienza e nuove tecnologie

Tutto ciò che si apprende, le materie studiate, la tecnica consolidata, hanno poi bisogno di un periodo di esperienza sul campo, che comincia da un ottimo stage. Il master IDI il Interior Design è strutturato e finalizzato proprio a questo, con una particolare attenzione rivolta alle nuove tecnologie e agli strumenti che si evolvono, oltre a metodi innovativi che si aggiornano di anno in anno. Acquisire competenze specifiche partendo dalle basi, per poi specializzarsi in ambiti sempre più settorializzati e professionalizzanti.

Diventare Interior Designer

Come di diventa interior designer?

La risposta a questa domanda sta nella formazione: per diventare interior designer è necessario avere il giusto bagaglio di competenze tecniche, che solo un buon corso di formazione, come quello strutturato da Italian Design Institute, può fornire.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca