Si chiama Pollen Pam ed è un progetto frutto di un lungo lavoro di ricerca e sperimentazione durato 5 anni, in grado di stampare oggetti composti da quattro materiali differenti.
Pollen Pam si presenta per la sua estrema precisione e per la versatilità nell’utilizzo in ambito professionale. A lanciarla è stata la società francese D&R, con un prodotto certo non indicato per il mercato consumer, ma rivolto piuttosto al settore luxury.

Stampante 3D Pollen Pam

Pollen Pam è in grado di utilizzare fino a quattro diversi materiali durante un singolo processo di stampa, mescolando due materiali insieme in movimento. È inoltre compatibile con un’ampia gamma di materiali, tra cui fibre naturali, carbonio, minerali e particelle metalliche. La stampante è caricata con bottiglie in materiale termoplastici, silicone e altro, contenenti le materie prime e raggiunge una temperatura di 350°, il che la rende compatibile con una serie di materiali dalle proprietà flessibili, elastiche, resistenti, trasparenti e colorate. Ha una risoluzione di alta qualità che arriva fino a 40 μ, e un volume di stampa di 30 x 30 centimetri.

Stampante 3D Pollen Pam

La stampante 3D Pollen Pam ha quattro diverse misure di ugelli, una piastra di accumulo in alluminio riscaldato e un software Honeyprint incorporato. Abilitata anche all’utilizzo wireless, consente di essere controllata da remoto direttamente via internet. Tra i prodotti stampati in 3D con Pollen Pam ci sono occhiali da sole (compresi le lenti) e lampade traslucide, ma le sue potenzialità sono davvero molteplici, applicabili ad esempio per la prototipazione nel settore della moda.

Stampante 3D Pollen Pam

Se il vostro interesse per la stampa 3D è qualcosa di più di un semplice hobby, scoprite di più sulla prossima edizione del nostro Corso di specializzazione in Stampa 3D.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca