Progettare un moderno caravan è un’attività che si colloca a metà strada tra il car design e l’interior yacht design. Come un’auto deve essere in grado di spostarsi a una certa velocità su strade di ogni genere, deve quindi avere motore, sospensioni, telaio, carrozzeria ecc. ecc. Come uno yacht deve avere abitabilità, comfort e alcune dotazioni fondamentali per la vita indipendente, come i servizi idraulici ed elettrici.

Il settore dei caravan/camper (in realtà ci sono delle differenze tra i due concetti, ma per i nostri fini non sono rilevanti) è rimasto parecchio indietro rispetto al settore del car design, che negli ultimi anni sta compiendo passi avanti epocali. Però recentemente anche nel mondo del caravan design qualcosa si sta muovendo. Tra le nuove proposte ecco quelle che ci sembrano le più convincenti. Per vivere in mezzo alla natura con tutta la libertà che si desidera, e qualche comfort irrinunciabile. (photo gallery in fondo all’articolo)

Colim, il caravan che si fa in due

Progettato dalla car designer Christian Susana è un veicolo misto che unisce una comoda auto a 2 posti a uno spazioso caravan. Il suo nome è l’acronimo di “colors of life in motion” una frase che rende bene la filosofia alla base del progetto. Durante gli spostamenti più lunghi le due unità costituiscono un corpo unico, ma una volta che il veicolo è stato parcheggiato è possibile liberare l’auto e usarla per gli spostamenti più brevi, per esplorare i dintorni, fare la spesa, ecc. ecc.. Elegante e funzionale.

Ecco, il coraggio di tracciare nuove rotte

Nel mondo dei veicoli per la vita all’aria aperta i pop up caravan, ovvero quei mezzi che di notte si trasformano grazie a delle strutture leggere estraibili, sono un grande classico, soprattutto su base Land Rover o Volkswagen. “Ecco” riprende il concetto di base e lo trasforma in modo totalmente innovativo. Il car design è decisamente originale, oltre che molto aerodinamico, e la soluzione con cui viene estratto il modulo abitativo è sorprendente. Da un punto di vista tecnico Ecco è full electric, con batterie ricaricabili anche tramite pannelli fotovoltaici. La carrozzeria è composta da un mix molto elegante di alluminio e vetro. Gli spazi abitativi sono più che sufficienti per due persone.

GMC Pad

GMC sta per General Motors Company ed è il brand con cui vengono prodotti i veicoli furgonati e i pick up (chi non ricorda il mitico furgone dell’A-Team?). Il Pad è un concept di qualche anno fa che oggi ritorna attuale grazie alle nuove tecnologie. Si tratta di un mezzo spinto da un sistema ibrido diesel-elettrico che funziona sia per la propulsione che per l’alimentazione dello spazio abitativo quando il veicolo è parcheggiato. Sul tetto sono ricavati anche 6 mq di pannelli solari per la ricarica delle batterie. Il gadget più divertente del Pad è la possibilità di variare la trasparenza delle vetrate in modo elettronico, così da avere di giorno una vita panoramica e di notte la giusta privacy. Il progetto del Pad è stato curato dal GM West Coast Advanced Design Studio.

Opera by Axel Enthoven

Il pluripremiato architetto belga Axel Enthoven ha disegnato un veicolo perfetto per le vacanze nella natura. Ispirato al design della celebre Sydney Opera House, rientra nella categoria dei pop up caravan, ma lo fa in modo in modo decisamente magniloquente. In movimento si tratta di un semplice carrello (di design) rimorchiabile da qualsiasi auto. Un volta fermo il veicolo si trasforma in una lussuosa tenda semirigida, con volumi e superfici esterne degne di uno yacht. Lunga 7 metri, larga 3 e alta 3,5 metri, dispone di un’elegante veranda in teak, pannelli in rovere, due veri letti, cucina compatta con acqua corrente calda e fredda e frigo da 36 litri. Già in vendita a 27.000 euro.

BMW Air Camper

Il debutto ufficiale delle strutture gonfiabili in architettura ha una data precisa, il 1970, in occasione dell’esposizione universale di Osaka. Da allora l’affidabilità e la praticità di questo tipo di soluzioni non ha fatto che aumentare e migliorare. Oggi con una pompa elettrica e un po’ di tempo è possibile metter su strutture abitative temporanee adatte a ogni esigenza. La proposta di BMW è molto semplice e quindi molto interessante: una specie di igloo gonfiabile da estrarre alla fine della giornata di viaggio per ottenere un rifugio comodo e sicuro per la notte, con tanto di porta-finestra circolare e logo laterale. Rigorosamente proibito ai fumatori.

Fonte: Trendhunter.com

  • Sneaker Shop
  • BMW Inflatable Camper
  • Colim Camper
  • Ecco Camper
  • Ecco Camper
  • GMC Pad Camper
  • Opera Camper

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca