Menu

L’interior design fotogenico di Harry Nuriev

interior design fotogenico nuriev idi 3

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Se sei un appassionato di questo settore e desideri trasformare la tua passione in lavoro, scopri i nostri Master e Corsi di formazione: Clicca qui.

Minimal, pop, eclettico: è l’interior design fotogenico di Harry Nuriev, considerato l’enfant prodige del design formato Instagram, interprete perfetto delle tendenze del momento.
La sua capacità di combinare forme e colori dà vita a creazioni che sembrano fotografie e conquista anche il popolo dei social, Instagram in particolar modo, con i like che continuano a piovere sul sul suo profilo, sotto ogni lavoro.

interior design fotogenico nuriev idiRusso, 33 anni appena, è lui l’interior designer su cui sono puntati gli occhi del settore. Nuriev – si legge in un articolo apparso su Elle decor – ha preferito il classicismo pulito del mondo greco all’opulenza degli zar.
Dopo aver studiato Architettura nella madrepatria, si trasferisce a Brooklyn, che inevitabilmente lo influenza con il suo fascino trendy e giovane, frizzante.
Qui fonda Crosby Studios, un polo artistico dove far convogliare le sue idee, ed è qui che espone la sua linea di arredamento alla New York Design Week.
Nel frattempo i suoi viaggi diventano occasione di ricerca, di studio e di ispirazione di una creatività dirompente.

Uno stile nobile ma accessibile: l’interior design fotogenico di Nuriev

Lo stile di Harry Nuriev è minimal e giovane, che pure trae origini da una preparazione classica, è nobile ma accessibile, eclettico e ricco di una sensibilità giapponese oltre che di un’eleganza di derivazione scandinava.
La sua ispirazione arriva dalla musica, dal cinema e dall’arte, facendo riferimento ai Bauhaus, ma anche al neoplasticismo, al modernismo, ai maestri del Design, come Sottsass.

I materiali utilizzati da Nuriev

I suoi materiali utilizzati maggiormente da Nuriev sono l’ottone e la plastica, perchè la loro lucentezza valorizza un ambiente, in abbinamento sempre a scenografie industriali e superfici raw.

L’arco è la forma per antonomasia,che richiama l’architettura classica, grande passione del designer, ed è anche una forma che ricorda la sinuosità del corpo umano.
Un design metafisico e plastico insieme, che si contraddistingue per i suoi riferimenti cromatici, che vanno dal rosa al blu elettrico e al rosso, ad enfatizzare gli spazi, a raccontarli.

Dalle residenze private a ristoranti e atelier di moda, i progetti di Nuriev si popolano di dettagli: quadri, lampade, tavolini, finti camini.
E tutto ciò che tocca Nuriev diventa virale, meraviglioso nella sua perfezione scomposta, spontanea espressione di un mondo che riecheggia il passato con una proiezione al futuro e alla globalità, strizzando l’occhio all’ironia.

Archi, ottone e pink passion.

Un tratto distintivo del suo lavoro degli ultimi mesi, prima che diventasse anche trend per i millennials, è la sua pink passion. Di fronte ad un mondo che considerava ancora il rosa un colore “troppo femminile” Nuriev ha sdoganato la tonalità, facendola diventare di tendenza, insieme con l’ottone.
Sono questi elementi, insieme con gli archi, derivati dal suo amore per il mondo classico, a imperare nelle sue realizzazioni, sempre più apprezzate e “instagrammate”, proprio per il loro forte impatto visivo.

Foto da Elledecor.it

Altri articoli

master-interior-design-milano-roma
Novità

Master in Interior Design a Milano e Roma

Roma e Milano ovvero due delle città più importanti e dinamiche in Italia e nel mondo sotto l’aspetto artistico, culturale e del business. In questi

foresta-nello-stadio-idi-1
Novità

Lo stadio si trasforma in foresta

La partita da giocare, questa volta, è un’altra: è quella con l’ambiente, che ha bisogno, ora più che mai, di messaggi forti, che urlino tutta

it_IT
en_GB it_IT