Parte oggi, fino al 17 novembre, la Dubai Design Week, uno degli eventi di design più importanti e attesi del Medio Oriente. Esposizioni, eventi, talk e incontri renderanno per una settimana Dubai il centro nevralgico del design arabo con 175 brand e più di 60.000 visitatori, provenienti da tutto il mondo, pronti a partecipare alla quarta edizione diretta da William Knight. Un appuntamento importante sia per aziende e designer locali sia per quelli esteri che vogliono approcciarsi al mercato mediorientale.

L’evento, organizzato al Dubai Design District (d3), prevede oltre 230 eventi, tra cui i più importanti sono Le French Design, From Rak to Drak, The Original Comes From Vitra e Design+Making UAE.
Possibilità anche per i talenti emergenti di presentare i propri progetti: esempio ne è Abwab (“porte”, in arabo), esposizione che presenterà i lavori di 155 designer provenienti da Amman, Beirut, Dubai, le Province dell’Arabia Saudita e Kuwait City all’interno di cinque padiglioni progettati dallo studio Architecture + Other Things, oppure di UAE Design Stories: The Next Generation from The Emirates, una mostra curata dal product designer Khalid Shafar che racconterà il lavoro di alcuni dei designer più influenti degli Emirati Arabi Uniti.

Altra mostra di rilievo sarà ProtoPieces, in cui saranno presentati i lavori di 12 studenti del College of Architecture Art and Design (CAAD) dell’American University della città di Sharjah.
Di particolare importanza sarà anche la fiera Downtown Design (dal 13 al 17 novembre), nella quale saranno ospitate quasi duecento aziende internazionali oltre a venticinque incontri con le personalità più influenti del design contemporaneo, come ad esempio Paola Navone, Marc Ange, Matthew McCormick e Martyn Lawrence Bullard, e la serie di conferenze Audi Innovation Talks.
Tra le aziende italiane che esporranno i propri lavori troviamo Cassina, Diesel Living, Cappellini, Artemide, Barovier&Toso, Foscarini e Abet laminati (con un’installazione firmata da Paola Navone).

Il tema di quest’anno sarà Livable Cities, che avrà come obiettivo riflettere sulla vivibilità delle città e delle metropoli di oggi. Sempre in quest’ottica, ci sarà il Global Grad Show, con la presentazione di 150 progetti dedicati alle interazioni tra design e tecnologia provenienti da alcune delle migliori università al mondo.

Ulteriore novità della quarta edizione sarà poi Downtown editions, area dedicata alle capsule collections, al bespoke design e alle collaborazioni tra designer, a cui hanno collaborato le design week di Amman, Beirut e Casablanca con alcuni dei loro talenti più brillanti.

La Dubai Design Week sarà anche l’occasione per la consegna di alcuni premi: il 13 novembre, infatti, verranno presentati i vincitori del concorso Urban Commissions 4.0, rivolto ai designer degli Emirati Arabi Uniti e promosso da Dubai Design Week, Dubai Culture & Arts Authority (DCAA) e Dubai Design District (d3), oltre che dell’Audi Innovation Award, che quest’anno verrà aggiudicato al progetto che ha saputo meglio interpretare il tema “Connections”.

Infine, alcuni grandi eventi accompagneranno la Dubai Design Week: l’apertura del Jameel Arts Center, il primo museo di arte contemporanea di Dubai, il Fikra Graphic Design Biennial della città di Sharjah, la prima biennale di questo tipo nella regione, e una serie di incontri presso la Alserkal Avenue, il quartiere artistico della città.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish