Se sei un appassionato di questo settore e desideri trasformare la tua passione in lavoro, scopri i nostri Master e Corsi di formazione: Clicca qui.

Ci siamo occupati in precedenza di come diventare lighting designer (leggi l’articolo), analizzando gli step formativi per rivestire un ruolo tanto ambito e che opera trasversalmente in più ambiti.
In questo articolo verranno invece esaminate le attività che compie un professionista del settore.

1. Osservare l’ambiente.

Il primo passo da compiere nell’affrontare un nuovo progetto di light design è proprio quello dell’analisi e dello studio dell’ambiente in cui dovrà operare.
Nello specifico, il light designer dovrà tener conto di:

  • spazio
  • volumi
  • materiali
  • superfici

Tutti questi elementi, infatti, si “comportano” in modo differente a seconda della luce, influendo sulle caratteristiche di trasmissione, assorbimento, riflessione e rifrazione.

Questa fase prevede anche un’indagine sulle attività svolte nell’ambiente, sull’orientamento della struttura, nonchè una valutazione sul modo con cui la luce naturale penetra nell’ambiente a seconda delle stagioni e delle ore del giorno.

2. Valutazione degli impianti.

Una delle fasi del lavoro del light designer comprende la valutazione degli impianti esistenti, che potrebbero rappresentare un limite o un ostacolo al lavoro.
In questa fase il professionista deve fotografare gli ambienti o addirittura filmarli.
Le immagini serviranno per effettuare valutazioni più approfondite e per valutare in anticipo l’impatto della messa in opera del progetto.

3. Individuazione degli obiettivi.

Si procede, quindi, alla individuazione degli obiettivi da raggiungere, spesso vincolati a limiti fisici della struttura o di tipo normativo e legislativo.
Tra gli obiettivi, inoltre, vi sono:

  • Valutazione della sicurezza degli ambienti
  • Economicità (della fase di installazione, del consumo di energia elettrica per il funzionamento e delle operazioni di manutenzione)
  • Flessibilità dell’impianto (per la facile attuazione di eventuali piccole modifiche future)
  • Efficienza energetica

4. Definizione dei requisiti

In questa fase, il lighting designer dovrà quantificare secondo parametri di tipo fotometrico e colorimetrico le prestazioni e le qualità delle soluzioni che saranno proposte.

 

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish