Corso di specializzazione per Curatore di parchi e giardini storici

Corso di specializzazione per Curatore di parchi e giardini storici

In collaborazione con GIARDINI DI VILLA BARBARIGO DI VALSANZIBIO

Il percorso formativo

Il corso di specializzazione per Curatore di Parchi e Giardini Storici, con sessioni online ed una didattica in presenza e pratica presso  il Giardino Storico di Villa Barbarigo a Valsanzibio, trasmette una serie di competenze che risultano  essere particolarmente richieste  da chi opera nel settore.

Quella del Curatore è una figura professionale che dovrà possedere conoscenze in plurime  aree: architettura dei giardini/progettazione dell’apparato vegetale, botanica, agronomica, forestale, normativa, storico artistica affinchè il Curatore possa al meglio sviluppare le proprie capacità direttive e gestionali di un giardino storico.

Le attività del corso di specializzazione sono di tipo tecnico ed affrontano i principali temi di lavoro di una figura che ha il compito di gestire un giardino storico aperto in modo esclusivo a pochi invitati oppure aperto al pubblico.

Le principali aree tematiche sviluppate sono le seguenti:

  • manutenzione migliorativa e linee creative per le soluzioni paesaggistiche
  • progettazione tecnica per parchi e giardini storici
  • sviluppo grafico delle soluzioni
  • piano di gestione
  • piano di comunicazione

L’Italia è nota in tutto il mondo per l’immenso patrimonio di parchi e giardini storici, oltre che ville di indiscusso interesse culturale. Molti di questi luoghi di interesse culturale necessitano di importanti e sapienti interventi affinchè, , possano nuovamente tornare ad essere fruiti o meglio fruiti dalla collettività oltre che preservare o ritrovare il proprio valore ambientale.

Proprio per questo motivo si palesa una sempre maggiore attenzione  volta al recupero di parchi e giardini storici che vede la delineazione di cospicui interventi finanziari come tra gli ultimi  – Avviso pubblico per la presentazione di Proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione di parchi e giardini storici da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, Component 3 – Cultura 4.0 (M1C3), Misura 2 “Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale”, Investimento 2.3: “Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici” finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU.

L’intervento di recupero/promozione richiede la collaborazione sinergica di differenti figure professionali che è necessario siano coordinate da un Curatore.

Programma

LA MANUTENZIONE MIGLIORATIVA: SVILUPPO CREATIVO SOLUZIONI PAESAGGISTICHE DEL VERDE

  • caratteristiche stilistiche del giardino parco in cura: itinerario stilistico arte dei giardini in Italia
  • analisi delle componenti del giardino: piani vegetazionali, arredi e pavimentazioni, linee acqua irrigue e artistiche, statue e vasetteria
  • definizione linee guida per la conservazione e valorizzazione
  • analisi della qualità manutentiva e corrispondenza alle caratteristiche pedoclimatiche dell’area: tipologia terreno -umidità, clima, ecc./ tipologia culturale -manufatto, età, stato conservazione, problematiche gestionali/tipologia collezioni botaniche arboree e arbustive – età, stato conservazione, problematiche fitosanitariee gestionali
  • analisi della conformità urbanistica e aspetti legali collegati alla disciplina della tutela dei parchi/giardini storici

LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI: LA PROGETTAZIONE TECNICA PER PARCHI E GIARDINI STORICI

  • studio del floor plan : ideazione dei settori di lavoro, strutturazione a verde verticale e verde orizzontale / verde estensivo e verde intensivo
  1. analisi e soluzioni per efficientismo idraulico degli impianti
  2. analisi e soluzioni per efficientismo ambientale ed ecologico del giardino/parco
  3. analisi e soluzioni per efficientismo energetico del giardino/parco
  4. analisi e soluzioni per efficientismo economico del giardino parco
  • studio dei piani vegetazionali , armonia tra piante tipiche/lungo indigenato e piante ornamentali, selezione del nuovo piano vegetazionale con individuazione specie  – alberi, arbusti, liane, piante erbacee, piante acquatiche, bulbi– e calcolarne il sesto d’impianto
  •  stabilire caratteristiche tecniche dell’impianto di irrigazione in funzione dei fabbisogni irrigui delle differenti piante
  • definire posizione e struttura dei corpi illuminanti, della pavimentazione e degli altri eventuali elementi di arredo -opere murarie, panchine, gazebo, giochi, pergolati, ecc. –

SVILUPPO GRAFICO SOLUZIONI PAESAGGISTICHE DEL VERDE

  • rappresentazione grafica del floor plan e dei dettagli esecutivi
  • rilievo aree di lavoro e applicazione di tecniche grafiche di tipo tradizionale -schizzo, disegno a matita, ecc.-
  • uso delle  rappresentazione bi/tridimensionale della simulazione in miglioramenti/variazioni progettuali

PIANO DI GESTIONE

  • analisi delle qualità gestionale e del miglioramento gestionale
  • tecniche di censimento e catasto informatizzato
  • elaborazione di piano di manutenzione e di piano di gestione: tecniche di formulazione
  • monitoraggio della qualità gestionale
  • le lavorazioni manuali del giardino
  • le lavorazioni meccaniche del giardino
  • le pratiche di giardineria naturalistica di recente introduzione

PIANO DI COMUNICAZIONE 

  • concetto di comunicazione e marketing applicati al giardino/parco
  • il benchmark del giardino
  • la costruzione dei servizi di paesaggio
  • ideazione di spazi servizi e di comunicazione e didattica in un giardino

NORMATIVA

Workshop didattico presso GIARDINO STORICO DI VILLA BARBARIGO A VALSANZIBIO

Opportunità di lavoro

La figura del Curatore di parchi e giardini storici potrà trovare sbocchi lavorativi presso soprintendenze, pubbliche amministrazioni, parchi e giardini storici sia pubblici che privati, studi professionali di architettura/agronomi, vivai, ditte specializzate nella manutenzione del verde etc…

Fasi del percorso

fase propedeutica
fase d’aula online dal 22 settembre al 7 ottobre 2023 con 2 incontri a settimana
workshop pratico dal 16 al 20 ottobre 2023 presso GIARDINI DI VILLA BARBARIGO DI VALSANZIBIO

Agevolazioni

Possibilità di finanziamento della quota d’iscrizione Realizzazione video CV Rielaborazione e aggiornamento del CV per la divulgazione alle aziende del settore al termine del percorso formativo nella regione di preferenza del candidato.

Come candidarsi

Compila il form di richiesta informazioni e ti contatteremo entro pochi giorni. Nella selezione dei candidati saranno considerati il CV scolastico e lavorativo, oltre alla lettera motivazionale prodotta; è possibile supportare la candidatura con un portfolio di lavori precedenti. La commissione esaminatrice, considerati questi elementi, comunicherà l’esito della selezione e l’ammissione al Corso/Master, inoltrando il modulo d’iscrizione.

I docenti del corso

Immagini dai corsi

Le testimonianze

I partner del corso

Corso di specializzazione per Curatore di parchi e giardini storici
FASI DEL CORSO

fase propedeutica
fase d’aula online dal 22 settembre al 7 ottobre 2023 con 2 incontri a settimana
workshop pratico dal 16 al 20 ottobre 2023 presso GIARDINI DI VILLA BARBARIGO DI VALSANZIBIO

MAX 18 PARTECIPANTI

Realizzazione video CV
Rielaborazione e aggiornamento del CV per la divulgazione presso le aziende del settore a livello regionale o nazionale

ATTESTATI
  • Attestato frequenza lezioni in aula
Fig_11

PECULIARITÁ DEL CORSO

L’Italia è nota in tutto il mondo per l’immenso patrimonio di parchi e giardini storici, oltre che ville di indiscusso interesse culturale. Molti di questi luoghi di interesse culturale necessitano di importanti e sapienti interventi affinchè, , possano nuovamente tornare ad essere fruiti o meglio fruiti dalla collettività oltre che preservare o ritrovare il proprio valore ambientale.

Proprio per questo motivo si palesa una sempre maggiore attenzione  volta al recupero di parchi e giardini storici che vede la delineazione di cospicui interventi finanziari come tra gli ultimi  - Avviso pubblico per la presentazione di Proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione di parchi e giardini storici da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, Component 3 – Cultura 4.0 (M1C3), Misura 2 “Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale”, Investimento 2.3: “Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici” finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU.

L’intervento di recupero/promozione richiede la collaborazione sinergica di differenti figure professionali che è necessario siano coordinate da un Curatore.

SBOCCHI PROFESSIONALI

La figura del Curatore di parchi e giardini storici potrà trovare sbocchi lavorativi presso soprintendenze, pubbliche amministrazioni, parchi e giardini storici sia pubblici che privati, studi professionali di architettura/agronomi, vivai, ditte specializzate nella manutenzione del verde etc…

PERCORSO FORMATIVO

Il corso di specializzazione per Curatore di Parchi e Giardini Storici, con sessioni online ed una didattica in presenza e pratica presso  il Giardino Storico di Villa Barbarigo a Valsanzibio, trasmette una serie di competenze che risultano  essere particolarmente richieste  da chi opera nel settore.

Quella del Curatore è una figura professionale che dovrà possedere conoscenze in plurime  aree: architettura dei giardini/progettazione dell’apparato vegetale, botanica, agronomica, forestale, normativa, storico artistica affinchè il Curatore possa al meglio sviluppare le proprie capacità direttive e gestionali di un giardino storico.

Le attività del corso di specializzazione sono di tipo tecnico ed affrontano i principali temi di lavoro di una figura che ha il compito di gestire un giardino storico aperto in modo esclusivo a pochi invitati oppure aperto al pubblico.

Le principali aree tematiche sviluppate sono le seguenti:

  • manutenzione migliorativa e linee creative per le soluzioni paesaggistiche
  • progettazione tecnica per parchi e giardini storici
  • sviluppo grafico delle soluzioni
  • piano di gestione
  • piano di comunicazione

PROGRAMMA

LA MANUTENZIONE MIGLIORATIVA: SVILUPPO CREATIVO SOLUZIONI PAESAGGISTICHE DEL VERDE

  • caratteristiche stilistiche del giardino parco in cura: itinerario stilistico arte dei giardini in Italia
  • analisi delle componenti del giardino: piani vegetazionali, arredi e pavimentazioni, linee acqua irrigue e artistiche, statue e vasetteria
  • definizione linee guida per la conservazione e valorizzazione
  • analisi della qualità manutentiva e corrispondenza alle caratteristiche pedoclimatiche dell’area: tipologia terreno -umidità, clima, ecc./ tipologia culturale -manufatto, età, stato conservazione, problematiche gestionali/tipologia collezioni botaniche arboree e arbustive – età, stato conservazione, problematiche fitosanitariee gestionali
  • analisi della conformità urbanistica e aspetti legali collegati alla disciplina della tutela dei parchi/giardini storici

LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI: LA PROGETTAZIONE TECNICA PER PARCHI E GIARDINI STORICI

  • studio del floor plan : ideazione dei settori di lavoro, strutturazione a verde verticale e verde orizzontale / verde estensivo e verde intensivo
  1. analisi e soluzioni per efficientismo idraulico degli impianti
  2. analisi e soluzioni per efficientismo ambientale ed ecologico del giardino/parco
  3. analisi e soluzioni per efficientismo energetico del giardino/parco
  4. analisi e soluzioni per efficientismo economico del giardino parco
  • studio dei piani vegetazionali , armonia tra piante tipiche/lungo indigenato e piante ornamentali, selezione del nuovo piano vegetazionale con individuazione specie  – alberi, arbusti, liane, piante erbacee, piante acquatiche, bulbi– e calcolarne il sesto d’impianto
  •  stabilire caratteristiche tecniche dell’impianto di irrigazione in funzione dei fabbisogni irrigui delle differenti piante
  • definire posizione e struttura dei corpi illuminanti, della pavimentazione e degli altri eventuali elementi di arredo -opere murarie, panchine, gazebo, giochi, pergolati, ecc. –

SVILUPPO GRAFICO SOLUZIONI PAESAGGISTICHE DEL VERDE

  • rappresentazione grafica del floor plan e dei dettagli esecutivi
  • rilievo aree di lavoro e applicazione di tecniche grafiche di tipo tradizionale -schizzo, disegno a matita, ecc.-
  • uso delle  rappresentazione bi/tridimensionale della simulazione in miglioramenti/variazioni progettuali

PIANO DI GESTIONE

  • analisi delle qualità gestionale e del miglioramento gestionale
  • tecniche di censimento e catasto informatizzato
  • elaborazione di piano di manutenzione e di piano di gestione: tecniche di formulazione
  • monitoraggio della qualità gestionale
  • le lavorazioni manuali del giardino
  • le lavorazioni meccaniche del giardino
  • le pratiche di giardineria naturalistica di recente introduzione

PIANO DI COMUNICAZIONE 

  • concetto di comunicazione e marketing applicati al giardino/parco
  • il benchmark del giardino
  • la costruzione dei servizi di paesaggio
  • ideazione di spazi servizi e di comunicazione e didattica in un giardino

NORMATIVA

Workshop didattico presso GIARDINO STORICO DI VILLA BARBARIGO A VALSANZIBIO

DOCENTI

Socio AIAPP, Dottore Forestale e Paesaggista con una specializzazione presso il Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio della facoltà di Architettura di Firenze, Tommaso Giorgino ha potuto costruire un bagaglio culturale e di competenze interdisciplinare che si è consolidato negli anni anche con l’attività di ricerca in ambito accademico (D.S.P.V. di Bari e Laboratorio di Geomatica Applicata “greenLab”, School of Architecture and Built Environment del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma). Questo ha permesso di approfondire la propria preparazione, sviluppando una particolare attitudine per l’implementazione ed utilizzo di tecnologie GIS a supporto dei processi di analisi, valutazione e pianificazione ecologica del paesaggio, gli studi floristico‐vegetazionali, i progetti di restauro del paesaggio, la progettazione e gestione delle aree verdi; il tutto basato sui principi della landscape ecology.

La specifica abilitazione professionale e le competenze in Europrogettazione gli hanno permesso, negli anni, oltre agli incarichi e consulenze in ambito privato, di svolgere numerose esperienze in ambito pubblico.

Laurea in Scienze Forestali  all’ateneo fiorentino e in Architettura del paesaggio alla Sapienza di Roma, i campi d’interesse di Stefano Mengoli sono il verde urbano, il green design e il recupero ambientale. Specializzato in management del verde urbano presso Istituto Municipale Parchi e Giardini di Barcellona, ha sviluppato il tema studiando sistemi di global service per il green urban, metodi di analisi per implementare la qualità degli spazi verdi e nuove formule sperimentali di verde per la città. Ha ricoperto il ruolo di commissario per l'assegnazione di appalti del verde per città metropolitane. La sua attività di ricerca e progettazione lo ha portato a sviluppare vari temi, dalle strade giardino (Calenzano. 2009) allo studio di ecoquartieri verdi (Orbetello, 2011), fino a comprendere i villaggi turistici naturalistici con impronta ecologica (Follonica, 2012). L'esperienza di curatore botanico di giardini storici lo ha portato a studiare la formula compositIva del bioparco botanico come parco divertimento (Varese, 2017; Lonato del Garda, 2017) e dei giardini verticali ideati come natural power (tra gli ultimi, Mondo Juve Torino e Aventino Roma, 2018), oltre al recupero di alberature storiche (Gallerie vegetali Castelgandolfo, 2009; Viale platani SS1 Pisa-San Giuliano Terme) e alla creazione di parco ornamentale a partire da un bosco di lecci (Storico Giardino Villa Rospigliosi, Lamporecchio 2010). Stefano Mengoli  è anche autore di numerose pubblicazioni in materia di verde urbano e architettonico e ha curato, per la casa editrice Il Sole 24 ORE Business Media Srl, il libro FARE VERDE URBANO, un volume sull’urbanistica verde in Italia.

DOCENTI

DOCENTI

DOCENTI

Informazioni aggiornate al 12/07/2022
Documento generato in data 27/01/2023 le informazioni aggiornate sul percorso formativo sono disponibili online a questo link: https://www.italiandesigninstitute.com/corso-di-specializzazione-per-curatore-di-parchi-e-giardini-storici/

www.italiandesigninstitute.com

SEDE LEGALE:

SVILUPPO EUROPA SRL

Via A. Albricci, 9 – 20122 Milano – P.iva 10282190965

Tel. 02 87360638 – N. Verde 800 136 0588 – Fax 02 87360069

Ricevi subito il materiale informativo via mail:

Dati societari

Sviluppo Europa s.r.l.
Via Albricci, 9 – 20122 Milano
P.I. 10282190965
codice univoco: M5UXCR1
[email protected]


Provincia Ufficio Registro. camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi
Codice Fiscale è la p.iva
Numero REA  MI-2519496
Capitale Sociale 10.000

La tua formazione?
È al sicuro.

Apri la chat
💬 Serve aiuto?
Ciao 👋
come possiamo aiutarti??