Grattacieli di legno: il futuro ha un sapore antico

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Il Framework Palace di Portland (12 piani), il nuovo palazzo della Kulturhus di Stoccolma (19 piani), il centro Baobab a Parigi (35 piani): sono i prossimi grattacieli che verranno costruiti con un materiale rivoluzionario quanto antichissimo: il legno.

Pannelli di legno spessi alcuni centimetri, incollati tra loro. Ogni strato viene disposto con le fibre ortogonali rispetto agli strati adiacenti. È il CLT – cross laminated timber – ed è destinato a sostituire il cemento armato come materiale di costruzione dominante nel settore edile, anche per le costruzioni più alte e quindi sottoposte a maggiori sollecitazioni meccaniche.

Vantaggi del CLT rispetto al cemento: minore peso specifico, maggiore flessibilità, maggiore capacità coibentante. Presenta inoltre vantaggi importanti da un punto di vista ecologico: alta capacità di assorbire i gas serra presenti negli ambienti e minore impronta carbonio nella fase produttiva del materiale.

Per quanto riguarda invece il punto debole caratteristico del legno, la sua bassa resistenza ignifuga, se sottoposto a fiamma il CLT si carbonizza esteriormente resistendo internamente. Il problema è quindi solo dimensionare opportunamente gli spessori, in modo che in di incendio non venga pregiudicata la solidità complessiva della struttura. L’unica cosa che nei nuovi grattacieli rimarrà di cemento armato saranno le fondamenta. Tutto il resto sarà costituito da colonne e pannelli di CLT opportunamente dimensionati e sagomati, e uniti tra loro da giunti di acciaio.

Grattacieli di legno

Un’altra importante dote di questo materiale è la sua naturale predisposizione all’impiego nelle strutture antisismiche. Rinforzato da barre d’acciaio, il CLT consente di realizzare edifici capaci di ondeggiare in modo controllato, scaricando così le forze laterali che si scatenano durante i terremoti. Non a caso il Giappone è sempre stato il Paese che più di ogni altro ha impiegato, nei secoli, il legno come materiale di costruzione. Come testimonia la spettacolare pagoda di Horyu-Ji, alta 5 piani ed eretta nel 607 d.c.

Fonti: Woodskyscrapers.com[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][mk_button dimension=”outline” corner_style=”full_rounded” size=”medium” icon=”mk-icon-home” url=”/” align=”center” margin_top=”30″ margin_bottom=”0″ margin_right=”0″]Torna alla Home[/mk_button][/vc_column][/vc_row]

Condividi

Altri articoli

by Sviluppo Europa Srl
TÜV

Sviluppo Europa Srl
Via Albricci, 9
P.Iva 10282190965
Milano (Italy)

Numero Verde: 800 136 058
Scrivici una E-mail 

 

Privacy Policy
Cookie Policy

Dati societari

Sviluppo Europa s.r.l.
Via Albricci, 9 – 20122 Milano
P.I. 10282190965
codice univoco: M5UXCR1
[email protected]


Provincia Ufficio Registro. camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi
Codice Fiscale è la p.iva
Numero REA  MI-2519496
Capitale Sociale 10.000

Vi lasciamo ricordandovi che Settembre sarà un mese ricco di importanti novità:

  • Nuovi corsi in partenza
  • Nuovi partner per gli stage
  • Tante agevolazioni per i nuovi iscritti


Abbiamo grandi progetti in cantiere.

Non vediamo l’ora di condividerli

I nostri uffici saranno chiusi dall’13 agosto al 21 agosto compresi.

Per richiedere informazioni, è possibile scrivere una mail al seguente indirizzo: [email protected]

La tua formazione?
È al sicuro.

Apri la chat
💬 Serve aiuto?
Ciao 👋
come possiamo aiutarti??