Abito da sposa a Sirena: storia di eleganza e sensualità 

Indice

L’abito da sposa a sirena è da sempre simbolo di eleganza e sensualità, celebre per la sua capacità di esaltare la femminilità di chi lo indossa. Un iconico modello che ancora oggi rappresenta la scelta di molte spose nel giorno del fatidico “Sì”.
L’abito a sirena si contraddistingue per la sua linea aderente che avvolge il corpo fino alle ginocchia, dove si apre in una gonna a ventaglio, esaltando la silhouette della sposa e mettendo in evidenza le curve naturali. Il bustier è spesso decorato con ricami in pizzo, un materiale che aggiunge un tocco di raffinatezza e romanticismo all’abito.

Il pizzo, con i suoi dettagli intricati e le scollature effetto tatuaggio, è uno degli elementi decorativi principali dell’abito da sirena, rendendolo un’opera d’arte sartoriale. Le scollature possono variare: dallo scollo a cuore, molto popolare, a quelli a V, a onda e omerale, offrendo molte opzioni per adattarsi al gusto personale della sposa. Sono realizzati in vari tessuti come pizzo, seta, taffettà e raso, ciascuno dei quali offre un effetto diverso ma sempre elegante.

La storia dell’abito da sposa a sirena

La storia dei vestiti a sirena ha origine in Francia grazie al lavoro creativo e avanguardista della stilista Madeleine Vionnet, fondatrice della Maison Vionnet. La sua rivoluzione nella moda femminile si è attuata nella liberazione dai corpetti e dai gonnelloni ottocenteschi, introducendo l’uso innovativo del taglio in diagonale a 45° rispetto al verso di trama e ordito. Questa tecnica ha permesso di creare abiti dalle linee aderenti che furono portati al successo dalle dive di Hollywood degli anni ’30 e ’40.

Negli anni ’90, il vestito sirena è stato riportato in auge da Julien MacDonald con la sua collezione di abiti da sera a sirena dal nome evocativo, “Mermaid”. Questo modello è diventato uno dei più amati anche per le occasioni serali, confermando il suo status iconico nel mondo della moda.

Abito da sposa a sirena: chi lo indossa al meglio

L’abito da sposa a sirena è particolarmente indicato per le donne con una figura a clessidra, caratterizzata da seno e fianchi prosperosi. Questo modello esalta le curve naturali, creando un effetto sensuale e armonioso. Le spose alte o di media altezza, soprattutto se curvilinee, troveranno in questo abito un alleato perfetto per valorizzare la loro figura.

Al contrario, questo modello potrebbe non essere l’ideale per spose molto minute o con poco seno, poiché la sua linea aderente tende a enfatizzare la mancanza di curve. In questi casi, il modello semisirena, che accarezza delicatamente i fianchi senza fasciare troppo, potrebbe rappresentare una valida alternativa.

Per completare il look, è consigliabile indossare scarpe con tacco per slanciare la figura. Le calzature più indicate sono le open toe o i sandali gioiello con tacco solido, che aggiungono un tocco chic all’abito. Anche l’acconciatura deve essere scelta in base al tipo di scollo dell’abito: se la schiena è decorata, è meglio raccogliere i capelli, mentre uno scollo profondo permette di lasciarli sciolti e fluenti.

L’abito da sposa a sirena si adatta a vari temi di matrimonio, dal metropolitano urban al romantico classico, passando per il ricco tema barocco. Tuttavia, è più adatto per i matrimoni primaverili ed estivi a causa delle sue scollature. Per i matrimoni autunnali o invernali, si possono aggiungere maniche in pizzo per un tocco di eleganza e calore.

L’abito da sposa a sirena è uno degli argomenti del Corso di specializzazione in modellistica sposa e haute couture che ha come obiettivo quello di formare modellisti specializzati in ambito sposa e alta moda.

Condividi
Altri articoli

Dati societari

Sviluppo Europa s.r.l.
Via Albricci, 9 – 20122 Milano
P.I. 10282190965
codice univoco: M5UXCR1
[email protected]


Provincia Ufficio Registro. camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi
Codice Fiscale è la p.iva
Numero REA  MI-2519496
Capitale Sociale 10.000

La tua formazione?
È al sicuro.

Apri la chat
💬 Serve aiuto?
Ciao 👋
come possiamo aiutarti??